Ostia: Bordoni-Picca (Lega), pista ciclabile è solo propaganda

BORDONI-PICCA, Una sottile linea bianca, tanto basta al Comune di Roma per rivoluzionare la mobilità sul lungomare di Ostia. Nel periodo estivo c’è sempre bisogno di parcheggi e non si sentiva francamente il bisogno di finte piste ciclabili che tolgono centinaia di posti auto. Si continua a non incentivare il turismo e il Commercio realizzando dei percorsi che non sono neanche a protezione di chi li utilizza. dichiarano il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni e la consigliera municipale Monica Picca (Municipio X) –  Semplici strisce pedonali che non vanno oltre la propaganda e che mettono a rischio i cicloamatori e paralizzano la viabilità. La sindaca Raggi tra una inaugurazione e l’altra non mancherà anche questo appuntamento ma a Ostia siamo alle comiche, pur di far vedere che si adopera in qualcosa si è inventata le “strisce ciclabili”; un percorso incidentale e accidentale, a ridosso delle buche, che sottrae parcheggi alle auto per dare la parvenza di una pista laddove neanche ci dovrebbe essere. Cosa ancora più grave, per far posto a questo “nuovo che avanza”, sono stati spostati i posti per disabili, le fermate dei bus sono in mezzo alla strada, la corsia centrale è dimezzata e le colonnine elettriche sospese. Il progetto del lungomare per il litorale romano si sta realizzando malissimo, pensiamo al flop del Seapass, la Roma-Lido al collasso e adesso anche la pista ciclabile. Abbaiammo presentato una question time alla presidente Di Pillo e all’assessore competente affinché faccia luce sui criteri di realizzazione visto che siamo in assenza di una determina dirigenziale e in assenza di decisioni condivise in Consiglio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Video

Facebook