Elezioni, Bordoni (Lega): Bollette bruciate a Roma, subito decreto governo o rischio caos

(AGENPARL) – lun 12 settembre 2022 Elezioni, Bordoni (Lega): Bollette bruciate a Roma, subito decreto governo o rischio caos
“Anche a Roma i residenti delle periferie, i piccoli commercianti, le giovani coppie che pagano il mutuo, gli studenti e i fuorisede bruciano per protesta le bollette in strada. Per le nostre Pmi ci sono aumenti fino al 400 per cento dei costi in bolletta, cifre esorbitanti, il rischio di dover chiudere attività che erano ripartite tra grandi difficoltà dopo il Covid”, lo denuncia Davide Bordoni, candidato in Senato alle elezioni del 25 settembre con la Lega Nord Salvini premier nella circoscrizione plurinominale Lazio 1. “Di fronte a una situazione di emergenza come questa il governo non può permettersi di non decidere, di tentennare, di rimandare a domani quello che serve subito. Tuteliamo imprese e famiglie con un forte intervento per decreto che riduca l’impatto insostenibile del caro energia. Serve un tetto al prezzo del gas e una riduzione sensibile del carico fiscale. In Italia rischiamo di perdere un milione di posti di lavoro e di alimentare una tensione sociale che rischia di sconfinare nel caos”, conclude Bordoni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su skype
Condividi su linkedin
Condividi su email