Ambiente, Davide Bordoni (LEGA): Campidoglio è fermo ma rapidità contagio Cocciniglia non ammette ritardi

BORDONI, “I Pini di Roma stanno morendo, da Nord a Sud della Capitale sono molti i quartieri colpiti da un parassita infestante arrivato in Italia nel 2015 e in rapidissima diffusione ai danni del patrimonio ambientale della città. La Lega è intervenuta molte volte sul punto arrivando, di recente, a presentare in Aula Giulio Cesare una variazione al bilancio per 5 milioni di euro da destinare alla programmazione di un piano di interventi, proposta rimasta ad oggi inascoltata.” Così il vice presidente della Commissione Ambiente Davide Bordoni che aggiunge: “Sul territorio resta forte l’apprensione per una situazione che la sindaca pretende di gestire con delle sporadiche potature quando invece associazioni e residenti denunciano l’enorme deficit nel censimento e nel trattamento dei pini domestici affetti da Cocciniglia. Cresce la preoccupazione perché l’essiccamento sembra avanzare, le chiome sono sempre più scure, mentre il Campidoglio è fermo a verificare l’efficacia di cure sperimentali applicate a poco meno di un migliaio di alberi. Sembra di rivedere le stesse inefficienze del governo alle prese con la pandemia: la rapidità del contagio della Cocciniglia non ammette ritardi, dalla Pineta di Castel Fusano, già compromessa, ora a rischiare è l’intera viabilità stradale del X Municipio dove l’aspetto dei pini che lambiscono la Cristoforo Colombo cominciano a far temere il peggio.”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su reddit
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Video

Facebook